I Recruiter consigliano...

Suggerimenti, istruzioni e pareri raccolti direttamente dai professionisti della ricerca e selezione in Avio Aero per approcciare specifiche posizioni e programmi di leadership.

ottobre 2019

Svolgiamo un lavoro che ci permette di incontrare e relazionarci con tantissime persone - dai giovanissimi neolaureati o laureandi, fino ai professionisti con qualche esperienza in più. Tutte queste persone hanno un obiettivo comune che condividono con noi: scoprire se scocca la scintilla. Ovvero, capire se siamo l’azienda e proponiamo il lavoro che fa per loro, e dal lato nostro, capire se ci troviamo di fronte alla persona che l’azienda sta cercando.

Noi ci occupiamo, infatti, di ricerca e selezione del personale: per la precisione, Raffaella Valentini, Talent Acquisition Specialist di Avio Aero, dedicata alla ricerca e selezione di profili junior, per lo più alla prima esperienza lavorativa e idonei ai Leadership Program disponibili nella nostra realtà aziendale; e Camilla Bacelle, University Relations Specialist, responsabile dei rapporti con le università finalizzati all’attrazione dei talenti e all’Employer Branding.

Attraverso il magazine about, desideriamo far conoscere il nostro lavoro e, al contempo, fornire indicazioni e suggerimenti a chi è interessato o vuole candidarsi per una posizione aperta in Avio Aero. Mentre, chi è già dipendente GE può disporre di uno strumento on line (chiamato COS, Career Opportunity System) per la ricerca di lavoro nel proprio e in qualsiasi altro business di GE. 

Concentrandoci quindi su ricerca e candidatura da parte di candidati esterni, partiremo dall’individuazione delle opportunità: il modo più diffuso è quello della consultazione del sito web Avio Aero (o anche ge.com/careers), seguito dai Social Network ( Linkedin prima di tutti), sui quali noi e gli altri colleghi del team di Talent Acquisition siamo soliti pubblicare le posizioni aperte. Esistono, inoltre, occasioni come i Career Day (specie per i più giovani, organizzati con e all’interno delle Università) o il classico passaparola negli ambienti accademici, sociali o magari familiari.

The-team during a career fair

In riferimento ai canali digitali, una buona pratica è quella delle connessioni: tramite Linkedin ad esempio, con singoli professionisti che frequentemente pubblicano o annunciano posizioni aperte. Ma anche l’iscrizione a community o portali specialistici (come Indeed, Glassdoor, quelli della propria Università o tanti altri esplorabili sul web), su cui si possono trovare informazioni e dati su singole posizioni come sulle aziende che ricercano personale, oltre a scambiare esperienze, valutazioni con altri candidati. Per Avio Aero e GE, sui siti web che ospitano le posizioni aperte, è disponibile anche una chat che guida il candidato nella ricerca, oltre a un aggiornamento automatico che si può attivare a seconda delle parole chiave di interesse.

La raccolta di dati e informazioni, nel momento in cui si legge un ruolo o titolo che possa sembrare interessante, è la prima operazione da svolgere con estrema cura da parte di chi intende candidarsi. Maggiore è la mole di informazioni, descrizione del ruolo, responsabilità e requisiti che devono sempre accompagnare un annuncio di ricerca professionale, e più ampia sarà la probabilità di sciogliere il primo nodo cruciale di questo processo… È il lavoro, la professione, il settore e l’ambiente che corrisponde alle mie caratteristiche, attitudini e aspirazioni? Quale contributo posso portare?

È dunque raccomandabile non fermarsi al titolo, ma quanto più possibile conoscere in dettaglio le caratteristiche tecniche, di formazione o esperienza richieste, come anche le abilità personali e interpersonali (cosiddette softskills) che sono anche elencate tra i requisiti desiderati e possono fornire un importante aiuto nel comprendere se quella posizione fa al proprio caso.

Una volta individuata concretamente l’opportunità, arriva il momento della candidatura. Il suggerimento, collegato a quanto raccomandato per la raccolta di informazioni, è senza dubbio quello di evitare applicazioni seriali, ovvero candidarsi a molteplici posizioni aperte con collocazioni e requisiti parecchio diversi fra loro. È bene applicare, anche per più posizioni, solo quando qualifica e requisiti descritti da chi cerca un profilo rispecchiano i propri.

Raffaella Valentini on the left and Camilla Bacelle on the right

"Bisogna domandarsi: è il lavoro, la professione, il settore e l’ambiente che corrisponde alle mie caratteristiche, attitudini e aspirazioni? Quale contributo posso portare?"

Il Curriculum Vitae è il primo documento che vi presenta ufficialmente. Ecco perché consigliamo che sia completo di tutte le informazioni e i dati che descrivono la vostra formazione, profilo professionale e anche personale: l’educazione o istruzione conseguita, le esperienze lavorative o formative (anche all’estero, ogni attività svolta che possa fornire indicazioni sulle proprie capacità), le abilità (anche tecniche e ogni tipo di attestato riconosciuto professionalmente) e le lingue conosciute (fondamentali in aziende globali). Eventualmente, una lettera breve (2 o 3 paragrafi) che descriva la vostra motivazione verso la posizione cui state applicando, è qualcosa di apprezzato.

Le informazioni personali, legate a passioni o sport, forniscono altresì interessanti indicazioni sul vostro profilo: in tema di CV, il suggerimento principale è impegnarsi nella sintesi cercando di riassumere tutto quello che vi rappresenta verso chi sta ricercando un profilo per la propria azienda. Una pratica spesso efficace è far leggere il CV a un’altra persona, qualcuno che ci conosca bene o meno: come diceva Einstein, se tua nonna non è in grado di comprendere quello che le stai spiegando evidentemente non lo stai facendo nel modo giusto. Infine, accertarsi di inserire tutti i contatti corretti se si vuole essere ricontattati!

Tra le opportunità lavorative che Avio Aero offre, quelle di cui ci occupiamo direttamente sono cosiddette Entry Level o Leadership Program. Per accedere a queste posizioni può essere previsto un periodo di internship in azienda all’interno di funzioni e dipartimenti aziendali quali: Global Supply Chain (Produzione, Logistica, Acquisti, ecc.), Ingegneria, Digital Technology, Program Management, Sales, Finance, Human Resources, Communications.

I Leadership Program, tipici in GE, sono percorsi di inserimento per i talenti che durano 2 anni e prevedono rotazioni in diverse aree e sedi dell’azienda, oltre a un curriculum parallelo di formazione: nel video in questa pagina, alcuni leader e giovani neoassunti di Avio Aero raccontano come si svolgono e che benefici portano. Per poter accedere a questi programmi è dunque richiesta flessibilità geografica e disponibilità a cambiare sede di lavoro, con trasferimenti ogni 6/8 mesi, oltre a una fluida padronanza della lingua inglese condita da capacità gestionali e organizzative, poiché il lavoro si basa su frequenti scambi e cooperazioni con colleghi, fornitori o clienti esterni sparsi per il mondo. 

Una volta inviata la propria candidatura, è utile sapere che ciascuna posizione ha uno specifico percorso di selezione fatto di fasi in cui più professionisti valutano a diversi livelli la candidatura, per questo i tempi sono variabili. Nella maggior parte dei casi che procedono su questo percorso di selezione, avviene un primo contatto attraverso “intervista”, o colloquio telefonico, o anche attraverso una registrazione video in risposta a delle domande predefinite. Nessun timore o imbarazzo a registrare un video: anzi, per chi fosse già occupato in un lavoro o molto impegnato in attività quotidiane, diventa un ottimo strumento e opzione per risparmiare tempo. 

Per affrontare i primi colloqui, telefonici o anche in video conferenza ad esempio, raccomandiamo, oltre a un luogo silenzioso e accogliente da cui connettersi, di raccogliere quante più informazioni sull’azienda e di evitare (specie se si proviene da ambienti tecnici o ingegneristici) dettagli o discussioni troppo “tecniche” all’interno di conversazioni preliminari con interlocutori che appartengono a famiglie professionali diverse, proprio come noi del team Human Resources. 

Alla fine di ogni step o fase, quindi di colloqui iniziali, è sempre nostra premura condividere un feedback strutturato, insieme a spunti che possano essere interessanti e utili per il futuro professionale, al di là di ogni aderenza con la posizione e con l’esito della selezione.

A questo punto, non possiamo svelare tutti i segreti del mestiere, ma speriamo di avervi fornito il miglior pacchetto di informazioni e dritte per giocare le vostre carte e dare il meglio di voi! Intanto, noi useremo lo stesso impegno per riuscire a conquistarvi tramite il nostro job posting.

AUTHOR

Camilla Bacelle & Raffaella Valentini