Imparando a volare alto

Il nuovo corso del master universitario dedicato ai sistemi di produzione avanzati è stato inaugurato in uno dei migliori atenei ingegneristici al mondo, porterà i laureandi nelle industrie del futuro.

maggio 2018

La terza edizione del Master in Alto Apprendistato del Politecnico di Torino in Additive Manufacturing è ai nastri di partenza e Avio Aero è ancora una volta in prima linea nel supportare questo percorso formativo unico in Italia. L’obiettivo? Preparare professionisti esperti sia sugli aspetti tecnici sia su quelli manageriali della produzione additiva, ovvero il processo che, attraverso la deposizione e sintetizzazione di polveri, consente di realizzare oggetti a partire da modelli 3D computerizzati. Come sappiamo bene – grazie all’esperienza sui motori di ultima generazione GE Catalyst e GE9X - la tecnologia additiva viene ormai utilizzata non più solo per la prototipazione, ma direttamente per la produzione industriale. Oltre ad Avio Aero, anche altre aziende - Arcam EB ( GE Additive), Labormet 2, Mista, Prima Industrie, Skorpion Engineering supportano questo innovativo percorso formativo progettato in stretta collaborazione con Skillab, Centro di formazione manageriale di Unione Industriale e AMMA, in partnership con la Regione Piemonte.

L’ additive manufacturing è una tecnologia abilitante del piano nazionale Industria 4.0, e sta trovando grande risalto nello sviluppo di nuove linee di produzione e di nuovi prodotti. Tutti i paesi più industrializzati stanno investendo ingenti somme di denaro pubblico e privato nella corsa allo sviluppo ed all’applicazione di queste nuove tecnologie, che sono anche caratterizzate da minori consumi energetici e ridotto impatto ambientale, aspetto questo chiave per la sostenibilità di lungo periodo delle attività manifatturiere. Il tessuto industriale e della ricerca della nostra regione da anni è attivo ai massimi livelli in questo campo e al centro dei principali circuiti internazionali che se ne occupano. L’articolazione produttiva regionale si è già dimostrata sin dal principio attiva e ricettiva tanto da essere presente in numerosi programmi già finanziati sia dalla Commissione Europea sia dal Miur su bandi specifici rivolti sia allo sviluppo di nuovi prodotti, sia di processi di nuova generazione.

Il Digitale nelle fabbriche porta alla necessità di riscrivere le competenze richieste a chi opera nella manifattura. Perché l’interazione uomo-macchina possa davvero offrire un valore aggiunto a entrambi, l’aspetto delle scelte educative diventa fondamentale. Il Master in alto apprendistato del Politecnico di Torino in Additive Manufacturing s’inserisce perfettamente nelle azioni che l’azienda sta ponendo in essere per prepararci ad affrontare al meglio le sfide tecnologiche che ci attendono”, ha dichiarato Nildo Sestini, Engineering HR Business Partner di Avio Aero.

1

E questo perché il Master, tenuto interamente in lingua inglese, mira proprio alla formazione di giovani e motivati neolaureati in Ingegneria, oltre che alla preparazione di una nuova generazione di specialisti di alto livello nel campo dei processi di Additive Manufacturing.

Il Politecnico di Torino presenterà per il Master domanda di finanziamento sul bando della Regione Piemonte “Apprendistato di Alta Formazione e di Ricerca 2016 – 2018”, che prevede la sperimentazione di nuove forme di inserimento lavorativo, tramite l’assunzione dei partecipanti con un contratto in Alto Apprendistato da parte delle aziende promotrici, già ampiamente coinvolte nell’Additive Manufacturing e nel piano nazionale Industria 4.0.

"Il Master in Alto Apprendistato in Additive Manufacturing che giunge alla terza edizione, è un punto di orgoglio del Politecnico di Torino e si innesta nelle attività di formazione del Centro Interdipartimentale Integrated Additive Manufacturing (IAM@PoliTo) che è uno dei leader internazionali della ricerca del settore in grado di “dominare” la tecnologia additiva dalla produzione della polvere al collaudo dei prodotti passando per la loro produzione. Anche questa edizione ha riscontrato l'entusiasmo del partenariato di imprese che sostiene l'iniziativa grazie alla possibilità di formare una nuova generazione di specialisti in grado di governare le tecnologie di Additive Manufacturing”, ha concluso Luca Iuliano, referente scientifico del Master.