Benvenuto MAESTRO

Alla scoperta dell’importante progetto di ricerca con un piccolo grande combustore, dal cuore esclusivamente europeo.

agosto 2017

Nella vita tutti noi abbiamo avuto dei maestri: partendo dalle maestre delle scuole elementari arrivando ai Maestri di vita. Esiste però anche un progetto MAESTRO, collegato alla ricerca e sviluppo in ambito aeronautico. Si tratta di un progetto europeo che si inquadra nell’ambito del famoso programma Clean Sky 2 e  il cui scopo è quello di mantenere e rafforzare la competitività dell’Europa nel settore dei motori turboprop per applicazioni definite come “Small Air Transport”, ovvero velivoli di dimensioni contenute. 

L’intento è quello di fornire soluzioni innovative, sviluppando strumenti per il design e tecnologie per la produzione di nuove architetture motore. Un progetto ambizioso in un settore in sicura crescita e che ha visto l’Europa per molto tempo non tra i principali protagonisti. Ma le cose stanno cambiando. Avio Aero è infatti parte del progetto che mira a rivoluzionare il combustore dei futuri motori turboelica e all’ultimo Salone di Le Bourget 2017 - proprio all’interno dello stand di Clean Sky - era esposto un primo prototipo che – pur non racchiudendo ancora tutte le innovazioni ipotizzate per l’applicazione definitiva - è già un buon primo passo in quella direzione. Il combustore è un componente a dir poco fondamentale del motore. Quello in cui - nel flusso d’aria che alimenta la spinta - viene miscelato il carburante e in cui avviene la combustione. Un componente che deve occupare uno spazio relativamente ridotto - e possibilmente leggero - in un turboelica. 

Maestro è un programma che prevede un’ampia collaborazione tra partner e che include molte delle sedi GE Aviation europee: GE Aviation Czech, General Electric Deutschland Holding, GE Aviation System LTD, General Electric Company Polska e chiaramente gli ingegneri di Avio Aero. E i risultati – che sono lusinghieri - si possono evincere anche dalle parole di Ron Van Manen – Clean Sky 2 Program Manager– che abbiamo intervistato in esclusiva allo scorso Salone Internazionale di Le Bourget.