La diversità premia

BHGE e GE vincono il premio Miglior LGBT Network grazie al GLBTA Alliance Italia, che comprende anche l’hub di Avio Aero, durante il Forum annuale LGBT People at Work di Parks, Liberi e Uguali!

dicembre 2018

Lo scorso 23 novembre a Milano si è tenuta la settima edizione del Forum aziendale LGBT People at Work di Parks, Liberi e Uguali. Per il secondo anno, anche Avio Aero ha partecipato a questo essenziale momento di studio, approfondimento e condivisione di pratiche virtuose per liberare il valore e il talento di tutti e tutte nei luoghi di lavoro. I partecipanti al forum, provenienti dai diversi business GE e da BHGE, sono stati i co-leader italiani di GLBTA Alliance (Pasquale Felago e Liam Richards di Avio Aero, Giorgia Terrosi di Global Operations, Jean-Christophe Rigo e Carlo Cortese di BHGE), Avio Aero's HRBP & D&I Leader (Carlamaria Tiburtini) e Executive HR Leader di Avio Aero (Barbara Preti).

Dopo i saluti di benvenuto di Igor Suran, Direttore Esecutivo di Parks e di Elio de Capitani - regista dell’evento che ha evidenziato il ruolo del teatro in Italia nel combattere l’attuale celebrazione dell’ignoranza, “dell’uno vale uno” e dell’incompetenza – è stato proiettato un contributo video da parte degli illustri testimonial del Forum. Come ad esempio David Mixner, figura chiave del panorama culturale americano, attivista per i diritti umani e pioniere del movimento LGBT, la senatrice Monica Cirinnà, nonché Fabrice Houdart, Human Rights Officer presso l’Alto commissariato delle Nazioni Unite.

I testimonial hanno ribadito l’importanza di promuovere l’inclusione invece della “tolleranza”, in particolare durante un periodo in cui, ovunque nel mondo, permane il rischio che si alimenti l’odio verso la differenza e, nello specifico, verso la diversità di orientamento sessuale e di identità di genere. Houdart ha inoltre presentato i nuovi Standards of Conduct for Business on Tackling Discrimination against LGBTI People dell’ONU.

Ivan Scalfarotto, fondatore di Parks e uno dei soli 2 deputati dichiaratamente LGBT sul totale di 630 membri della Camera Italiana, ha dato il via ai lavori del forum con un discorso in cui ha ricordato che l’uguaglianza dei diritti non può essere “fatta a fette”. “Ogni volta che una persona viene sminuita, denigrata per quello che è, le sue origini, il colore della sua pelle, il suo orientamento sessuale, dobbiamo tutti alzare la voce a sua difesa, denunciare gli abusi, perché altrimenti sdoganiamo i discorsi di odio”.

The joined representative made of Avio Aero, GE and BHGE

Il convegno si è poi articolato in quattro “atti” dove le aziende e istituzioni socie di Parks hanno dato testimonianza delle loro esperienze e dei modelli di successo. Durante il primo atto, dal titolo “Alt(r)i punti di vista”, gli Amministratori Delegati di Accenture, Microsoft e State Street hanno parlato di inclusione LGBT, di quanto un motivo centrale del successo è proprio la diversità e perché le aziende devono sempre sforzarsi di essere più avanti delle regole in tutti gli ambiti: dalle esperienze di colloquio, fino alla relazione con i clienti, cercando anche di diffondere questa cultura al di fuori dell’azienda.

Nel secondo atto, “Belle storie”, sono intervenuti Susanna Sancassani, Managing Director di METID al Politecnico di Milano, Giangiacomo Pierini, Communication Director di Coca-Cola HBC, e Francesco Pintus, coordinatore del Milano Pride. Il Politecnico si dedica ormai al Digital Learning con 60000 persone in formazione a distanza e propone ultimamente un nuovo approccio di educazione alla valorizzazione della diversità tramite un corso “Embracing Diversity” sui temi dell’inclusività di genere e LGBT. Pierini e Pintus hanno inoltre parlato delle loro esperienze di partecipazione ai Pride in qualità di aziende, di come tali partecipazioni abbiano risaltato l’importanza di riconoscere i diritti dei propri dipendenti.

In un secondo momento del secondo atto, la delegazione di GE e BHGE ha avuto l’onore di condividere le proprie esperienze attraverso la GLBTA Alliance: sul palco è intervenuto Carlo Cortese, Quality Master Black Belt di BHGE, insieme a rappresentanti di Accenture, Vector, Pfizer, Deutsche Bank e TIM. Il conseguente terzo atto è stato dedicato alla presentazione dei risultati del Parks Diversity Index e proprio durante questa rassegna GE & BHGE sono stati premiati per il miglior network LGBTA italiano.

Carlo Cortese redeeming the award on stage

L'inclusione non è diretta all'eliminazione delle differenze, ma piuttosto all'accoglienza consapevole di grandi benefici: diversità e inclusione aumentano creatività, impegno e risultati.

Il quarto atto, "Di cultura e di paura", si concentrava sulla difficoltà di creare culture inclusive, sono intervenuti: Filippo Maria Battaglia, vice caposervizio di Sky TG24, Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Chiara Lalli, docente di Bioetica e storia della medicina all'Università La Sapienza, Maura Gancitano, scrittrice, filosofa e fondatrice del progetto Tlon, Annamaria Testa, consulente per la comunicazione, e Andrea Notarnicola Cociani, consulente di direzione, socio di Newton Spa. Gli interventi di questi oratori hanno evidenziato il bisogno di un impegno condiviso nel determinare un cambiamento nella cultura inclusiva. La leadership, in quest’ottica, diventa molto importante: nel modellare, vivere e guidare comportamenti inclusivi. Infatti, l'inclusione non è diretta all'eliminazione delle differenze, ma piuttosto all'accoglienza consapevole di grandi benefici: diversità e inclusione aumentano creatività, impegno e risultati.

AUTHOR

Liam Richards

Jean Christophe Rigo